Cinque per mille

10 maggio 2022
Pubblicazione iscritti – ammessi e non ammessi – 5 per mille anno 2022

- Elenco ammessi
- Elenco non ammessi

20 aprile 2022
Pubblicazione iscritti – provvisori ammessi e non ammessi – 5 per mille anno 2022

 - Elenco ammessi
 - Elenco non ammessi

9 marzo 2022
Comunicazione iscrizione al cinque per mille 2022

5 novembre 2021
Avviso n. 15757 del 05-11-2021
Cinque per mille 2022 - Iscrizione sul nuovo portale http://www.anagrafenazionalericerche.mur.gov.it.

10 maggio 2021
“Pubblicazione iscritti - ammessi e non ammessi- 5 per mille anno 2021”.

 - Elenco ammessi
 - Elenco non ammessi

20 aprile 2021
Pubblicazione iscritti - provvisori ammessi e non ammessi- 5 per mille anno 2021
 - Elenco iscritti provvisori ammessi
 - Elenco iscritti provvisori non ammessi

2 marzo 2021
Comunicazione iscrizione al cinque per mille 2021

 

Istruzioni per l’iscrizione

La richiesta d’iscrizione avviene attraverso il sistema Cinque per mille MUR al seguente indirizzo internet https://cinquepermille.mur.gov.it/
Sul sistema Cinque per mille MUR è possibile presentare domanda di iscrizione, effettuare il cambio del rappresentante legale nonché modificare il codice IBAN/Conto Tesoreria dello Stato.

 

Rendicontazione

Rendicontazione per gli enti della ricerca scientifica, destinatari delle somme del 5 per mille

Si rammenta che , per la rendicontazione del contributo percepito a decorrere dall’anno finanziario 2020, ciascun ente dovrà, entro 13 mesi dal ricevimento dei contributi del 5 per mille, inviare una scheda di rendicontazione delle spese (reperibile al seguente link https://cinquepermille.mur.gov.it/RaccomandazioniInformazioni) corredata da una relazione che illustri in modo chiaro e trasparente la destinazione delle somme percepite per le finalità cui sono destinate al seguente indirizzo pec:  [email protected]

Gli enti che hanno percepito un contributo di importo inferiore ad € 20.000,00 non sono tenuti all'invio del rendiconto e della relazione, salvo eventuale richiesta del MUR. Tali enti dovranno, comunque, redigere un rendiconto e una relazione entro un anno dalla ricezione degli importi da conservare per 10 anni.